Non sei registrato ?
Effettua il Login
header-offpost

IL KUMIAI CONQUISTA 4 ORI, 5 ARGENTI E 5 BRONZI AL 4.O TROFEO CITTÀ DI SARNICO

image

In un weekend intenso per il Kumiai, partecipazione alle qualifiche per le finali di Coppa Italia Jun-Sen e 2 suoi atleti alla European Cup Cadet di Coimbra, il gruppo ES.A ed ES.B guidati dai tecnici Andrea Comitangelo e Michele Capasso ha preso parte alla 4.a edizione del Trofeo Città di Sarnico cittadina lombarda situata sulla sponda occidentale del Lago d’Iseo, dove lo stesso confluisce nel fiume Oglio. Buono il responso avuto dalla gara con il team druentino che ha chiuso con 4 medaglie d’oro, 5 d’argento ed altrettante medaglie di bronzo a cui sono da aggiungere i 7 quinti posti. Per gli ES.B si è trattato di un ottimo banco di prova e ‘’messa a punto del motore’’ in vista della seconda tappa del Trofeo Italia in programma il prossimo 10 Giugno a Riccione.

Alice Sperlinga ES.B kg.70, Yan Felletti ES.B Kg.60, Marco Vestali ES.B Kg.73 ed Emilio Dima ES.B KLg.50 sono i nomi dei quattro atleti che hanno messo al collo la medaglia d’oro nelle rispettive categorie salendo sul gradino più alto del podio. Tranquilla e concentrata Alice si guadagna quest’oggi un’altra medaglia che sicuramente le da consapevolezza nei propri mezzi in previsione dell’impegno di Riccione dove indubbiamente sarà tra le favorite della competizione. E’ certamente tra le atlete ‘’interessanti’’ della categoria. Yan Felletti ed Emilio Dima conquistano entrambi l’oro nella gara riservata fino alle cinture verdi dimostrando disponendo, senza troppo soffrire, degli avversari. Successivamente partecipano anche a quella riservata alla cinture marroni ma il risultato non è meno entusiasmante tenuto conto che Emilio chiude il quinta posizione mentre Yan in settima. Marco Vestali ES.B kg.73 vince e convince nella categoria. Le premesse per fare bene anche tra quindici giorni ci sono tutte. In questo caso è necessaria la formula ‘’… Keep Calm..’’ ed incrociare le dita.

Le medaglie d’argento vengono conquistate rispettivamente da Rocco Capasso ES.B Kg.50 bravo nel percorso per giungere in finale dove trova semaforo rosso, da Maria Esposito ES.B Kg.44 autrice di un’ottima prova a cui manca solo il guizzo nel match valido per il primo posto, da Alessandro Giglioli ES.B Kg.60 che dopo tre ottime vittorie si arena nell’incontro che vale il primo gradino del podio, da Jacopo Cerrato ES.B Kg.46 che pur non essendo in una giornata particolarmente ispirata raggiunge la finale dove cede le armi al più agguerrito avversario ed infine da Lorenzo Ferrero ES.A Kg.55 che pur con qualche buono spunto non riesce ancora ad esprimere un judo redditizio.

Cinque, invece, le medaglie di bronzo conquistate. Cecilia Gambino ES.B Kg.52 che pur se acciaccata lotta ma si fa sorprendere in semifinale, mentre si trovava in vantaggio, accontentandosi della medaglia per il terzo posto, da Alessia De Santis ES.B Kg.52 autrice di una bella gara ma anche, da un lato, sfortunata visto che viene superata in semifinale a soli 10 secondi dalla fine, per poi rifarsi nel match valido per il terzo ai danni della compagna di squadra Deplano, da Giorgio Spasaro ES.B Kg.60 perfetto fino alla semifinale dove alza bandiera bianca al cospetto di un avversario più agguerrito di lui ma si rifà alla grande nella finalina per il bronzo, da Isabella Balteanu ES.B Kg.63 che lotta con grinta ogni combattimento ma ha bisogno di rendere maggiormente produttivo il judo in termini di attacchi e da Paolo Scaringi ES.A Kg.45 che necessita miglioramenti sotto l’aspetto tecnico ed anche caratteriale, dosi maggiori di grinta, ma che riesce infine a conquistare il terzo gradino del podio.

Si fermano ai piedi del podio, quinto posto finale, le ambizioni di Iulian Coibanu ES.A Kg.55 che lotta ma paga ancora la poca esperienza maturata da Stefano Frola ES.B Kg.38 che, peccando un po’ di grinta, non riesce a dimostrare tutto il suo valore, da Giorgia Deplano ES.B Kg.52 che dopo due incontri al cardiopalma esce battuta dalla finalina per il bronzo dalla compagna De Santis, da Luca Rotondo ES.B Kg. 38 che pur regalando come sempre gli capita peso agli avversari oggi è apparso meno vitale del consueto, da Lorenzo Saporito ES.B Kg.55 che segue i consigli impartiti dai tecnici ma paga a questi livelli la limitata esperienza. Chiudono al quinto posto ma sono autori di una prestazione diciamo ‘’rivedibile’’ Leonardo Cacciatore ES.B Kg.66 oggi apparso spento nello spirito ed in tono dimesso e Dario Klak ES.B Kg.42 che è nella classica giornata in cui poco o nulla funziona come, invece, dovrebbe.

Luca Scaringi ES.B Kg.55 si fa sorprendere nelle battute iniziali non può sfruttura i turni di recupero terminando la propria fatica in settima posizione.

I tecnici Andrea Comitangelo e Michele Capasso al termine della competizione ponevano l’accento sulla buona prestazione e sull’ottima condizione atletica mostrata da diversi atleti che fanno ben sperare per l’appuntamento ‘’clou’’ di inizio giugno la seconda prova del Trofeo Italia. Adesso si tratterà di fare un lavoro mirato per alcuni che sono da tenere al top, più specifico per altri che non sono stati autori di una performance adeguata alle proprie possibilità dunque necessitano di un lavoro svolto anche a ‘’risvegliare’’ la grinta oggi parsa in vacanza sul lago.

Nella classifica per società il Kumiai ha chiuso al 2.o posto preceduto dall’Akiyama Settimo mentre al terzo si è classificato il Judo Bergamo.


Ti è piaciuto questo "OffPOST"?
Consiglia la lettura ai tuoi amici, usando i tasti qui sotto!

Scrivi un commento

comments.php
loop-single-notizie.php
single-notizie.php
 
chiudi Solo gli utenti registrati possono votare per i Profili.
Effettua il login per votare i tuoi Profili preferiti.